Come scegliere le cuffie per l'home studio recording

Come scegliere le cuffie per l’home studio recording

Vediamo, in questa quida, come scegliere le cuffie per l’home studio recording, e non solo.

Le cuffie occupano un ruolo importante, sia per chi vive di musica e la produce, sia per l’appassionato che la suona, o semplicemente l’ascolta.

Il loro impiego è frequente in studio di registrazione, ma anche il contesti live.

Le cuffie, inoltre, sono il pane quotidiano dei DJ e di quanti, spesso, lavorano durante la notte, i quali desiderano libertà di ascolto senza disturbare i vicini.

La grande diffusione delle cuffie è dovuta, fondamentalmente, alla loro relativa economicità.

A parità di denaro è più facile acquistare un paio di cuffie di qualità che non una coppia di monitor ad elevate prestazioni.

Tutto ciò, però, non è privo di controindicazioni.

Il monitoraggio in cuffia, durante le sessioni di missaggio e finalizzazione, vanno effettuate solo in caso di necessità, per diversi motivi.

Tra questi, il fatto che il riscontro sulla localizzazione degli strumenti all’interno del fronte stereo sarebbe falsato.

Inoltre, a seconda delle esigenze, la scelta del modello ideale può cambiare drasticamente.

Il DJ opterà per modelli con padiglioni auricolari ruotabili che permettano l’ascolto monoaurale, cosiddetto a spalla.

Il fonico prediligerà l’accuratezza e la linearità della risposta in frequenza, mentre l’audiofilo avrà cura di verificare che i materiali costruttivi siano di primissima qualità, come le prestazioni di trasduzione.

In generale non bisogna lesinare troppo sulla spesa e partire scremando tra una rosa di modelli di costo medio-alto.

Le cuffie troppo economiche stancano presto, o per le loro esigue prestazioni o perché poco confortevoli e quindi fastidiose da indossare a lungo.

L’attenzione per i particolari può fare la differenza tra un modello e l’altro.

Così, ad esempio, la presenza di driver con magnete in neodimio o una scheda tecnica abbondante di specifiche e misurazioni su risposta in frequenzasensibilità e impedenza possono deporre a favore di un modello rispetto ad altri.

Prima dell’acquisto indossate le cuffie prescelte per verificarne comfort e vestibilità; se possibile effettuate una prova di ascolto.

Volendo dettare dei criteri di massima, in condizioni d’ascolto ideali le basse frequenze devono essere intelligibili e poco distorte, le medie presenti ma non fastidiose e le alte chiare, ariose ma non stridenti.

Se è prioritaria l’esigenza di isolarsi rispetto l’esterno occorre orientarsi su modelli circumaurali e chiusi posteriormente.

Robustezza e qualità dei materiali sono importanti, in quanto, determinano la longevità delle stesse.

Infine, non bisogna sottovalutare il peso e prediligere modelli leggeri, più facili e meno faticosi da indossare durante lunghe sessioni di lavoro.

Cuffie per l’home recording studio: I dettagli che fanno la differenza

  • COPPE AURICOLARI

    Contengono i driver preposti alla trasduzione del segnale.
    Possono avvolgere completamente le orecchie o starci semplicemente sopra.

  • FASCIA REGOLABILE

    Alcuni modelli sono dotati di una fascia più o meno estensibile che permette di indossare al meglio le cuffie adattandole alle dimensioni del capo in modo da assicurarle in una posizione ferma e stabile.

  • PERNI

    Sono strutture che trattengono i padiglioni auricolari.
    In alcuni casi la coppa è fissa mentre in altri, come nei modelli per DJ, può ruotare liberamente di un certo numero di gradi.

  • ARCO DI SOSTEGNO

    È la struttura portante della cuffia, che sostiene l’intero dispositivo e permette di indossarlo.

  • CAVO

    Trasporta la sorgente ai padiglioni.
    In alcuni casi è fisso mentre in altri si collega al corpo-cuffia tramite presa mini-XLR.
    È bene sia sufficientemente lungo per assicurare una certa libertà di movimento, almeno 2 metri.

  • SPINA

    Permette di collegare la cuffia al dispositivo sorgente.
    La maggior parte delle cuffie in commercio è dotata di spina minijack TRS da 1/8″.

  • ADATTATORE

    Consente di adattare la spina per favorire il collegamento a dispositivi dotati di uscite specifiche.
    La maggior parte delle cuffie in commercio sono fornite con un adattatore da minijack 1/8″ a Jack 1/4″.

  • DRIVER

    Sono gli elementi che all’interno dei padiglioni si occupano di trasdurre la sorgente sonora.
    Possiamo pensarli come dei piccoli altoparlanti.
    Ouelli di migliore qualità sono costruiti con magnete in neodimio.

Come scegliere le cuffie per l’home studio recording: 6 Cuffie a confronto

Cuffie AKG K701

Ouesto modello firmato AKG si distingue essenzialmente per due cose, entrambe elevate: il prezzo e le prestazioni.

Adeguate per chi ricerca il massimo della categoria, le cuffie AKG K701 sono del tipo aperte dal design circumaurale.

Si caratterizzano per l’estesa risposta in frequenza, compresa tra 10 Hz e 39 kHz, e per l’ottima resa dinamica.

Nonché per la tecnica costruttiva, che vede l’impiego di bobine mobili a cavo piatto, prerogativa che assicura un imaging sopra la media e una resa omogenea e fedele lungo tutto lo spettro.

Pesano circa 235 grammi e sono munite di cavo con Jack da 1/4″ convertibile in minijack da 1/8″.

Come scegliere le cuffie per l’home studio recording

AKG K701
Tipologia Aperta
Principio di trasduzione Dinamico
Struttura Circumaurale
Impedenza 62 Ohm
Risposta in frequenza 10 Hz – 39 kHz
Sensibilità (DB/MW) 105 db
Connettore Jack da 1/4″ convertibile in minijack
Peso 235 gr.
Lunghezza del cavo 3 metri

Cuffie PIONEER HDJ-2000

Cuffia di alta gamma progettata per il DJ professionistala Pioneer HDJ-2000 è dinamica e a chiusura totale.

Vanta un’eccellente risposta in frequenza e driver con magneti ad alta densità capaci di rendere al meglio le basse e le alte frequenze.

Le coppe auricolari possono ruotare di 90° e guadagnare automaticamente la posizione originale grazie a un efficiente meccanismo di autoreturn.

Prerogativa che favorisce anche l’ascolto monoaurale “one-side”.

Compatte e superleggere, meno di 300 grammi, le cuffie PIONEER HDJ-2000 hanno una struttura in magnesio e imbottitura in memory-foam.

Come scegliere le cuffie per l’home studio recording

PIONEER HDJ-2000
Tipologia Chiusa
Principio di trasduzione Dinamico
Struttura Circumaurale
Impedenza 36 Ohm
Risposta in frequenza 5 Hz – 30 kHz
Sensibilità (DB/MW) 107 db
Connettore Minijack da 1/8″ + adattatore jack TRS da 1/4″
Peso 290 gr.
Lunghezza del cavo 1,2 metri + prolunga 3 metri

Cuffie AKG K271 MKII

Grazie al suo design circumaurale e alla chiusura posteriore, la K271 MKII offre un livello di isolamento come poche, caratteristica ricercatissima da chi desidera escludere totalmente tutti i suoni e i rumori circostanti per potersi concentrare sull’ascolto.

Questo la rende particolarmente indicata per l’audiofilo ma anche per il fonico che all’occorrenza riscontra in cuffie il monitoraggio, o, ancora, per il musicista in studio allo scopo di guadagnare la più alta attenzione possibile durante le registrazioni.

Il peso è sufficientemente contenuto per facilitare lunghe sessioni di lavoro, le cuffie AKG K271 MKII garantiscono una risposta in frequenza compresa tra 16 Hz e 28 kHz.

Come scegliere le cuffie per l’home studio recording

AKG K271 MKII
Tipologia  Chiusa
Principio di trasduzione  Dinamico
Struttura  Circumaurale
Impedenza  55 Ohm
Risposta in frequenza  16 Hz – 28 kHz
Sensibilità (DB/MW)  104 dB
Connettore  Minijack da 1/8″ + adattatore jack TRS da 1/4″
Peso  235 gr.
Lunghezza del cavo  3 metri

Cuffie SONY MDR 7506

Cuffia professionale di tipo chiuso e avvolgente, progettata per fornire prestazioni elevate anche in settori più impegnativi come il broadcast e lo studio di registrazione.

Tra le più leggere della sua categoria, le cuffie SONY MDR 7506 offrono una risposta in frequenza compresa tra 10 Hz e 20 kHz e una resa spettrale equilibrata e omogenea.

Monta driver da 40 mm con diaframma PET e magnete in neodimio, prerogative che assicurano una resa sonora intelligibile anche in gamma bassa.

È fornita completa di cavo spiralato di alta qualità della lunghezza di 3 metri, di borsa per il trasporto e di adattatore jack/minijack.

Come scegliere le cuffie per l’home studio recording

SONY MDR 7506
Tipologia Chiusa
Principio di trasduzione Dinamico
Struttura Circumaurale
Impedenza 63 Ohm
Risposta in frequenza 10 Hz – 20 kHz
Sensibilità (DB/MW) 106 db
Connettore Minijack da 1/8″ + adattatore jack TRS da 1/4″
Peso 220 gr.
Lunghezza del cavo 3 metri, cavo spiralato

Cuffie GRADO SR60I

Le cuffie grado SR60I sono son del tipo aperto con design sovraurale.

Offrono specifiche tecniche e livelli prestazionali di assoluto rilievo.

Sono particolarmente indicate per l’ascolto e il monitoraggio, in recording studio, di elevata qualità.

La risposta in frequenza è compresa tra 20 Hz e 20 kHz mentre la sensibilità è pari a ben 106 dB.

Sebbene molto leggere, la loro struttura non offre un elevato livello di isolamento dall’esterno.

Limitazione ampiamente bilanciata, però, dall’ottima qualità costruttiva e dall’accurata capacità di trasduzione.

Come scegliere le cuffie per l’home studio recording

GRADO SR60I
Tipologia Aperta
Principio di trasduzione Dinamico
Struttura Sopraurale
Impedenza 32 Ohm
Risposta in frequenza 20 Hz – 20 kHz
Sensibilità (DB/MW) 94 db
Connettore Minijack da 1/8″ + adattatore jack TRS da 1/4″
Peso 363 g
Lunghezza del cavo N.d.

Cuffie SENNHEISER HD-380 PRO

Le cuffie Sennheiser HD-380 Pro sono di tipo dinamico chiuso con tutte le carte in regola per soddisfare le esigenze di monitoraggio audio in setup evoluti.

Questo modello in particolare, combina un’estesa risposta in frequenza compresa tra 8 Hz e 27 kHz, ed un’ottima pressione sonora  e una distorsione totale inferiore allo 0.1%.

Progettata secondo i dettami della tecnologia proprietaria EAR , la HD-380 PRO assicura alti livelli di comfort e un abbattimento del rumore esterno di ben 32 d8.

È fornita completa di connettore minijack, adattatore Jack da 1/4″ e cavo spiralato da 1 metro estensibile fino a 3 metri.

Come scegliere le cuffie per l’home studio recording

SENNHEISER HD-380 PRO
Tipologia Chiusa
Principio di trasduzione Dinamico
Struttura Circumaurale
Impedenza 54 Ohm
Risposta in frequenza 8 Hz – 27 kHz
Sensibilità (DB/MW) N.d.
Connettore Minijack da 1/8″ + adattatore jack TRS da 1/4″
Peso 963 gr.
Lunghezza del cavo 1 metro estensibile fino a 3 metri