Dithering audio

Dithering audio

Il dithering audio è una tecnica in grado di minimizzare i danni dovuti all’abbassamento della risoluzione nel segnale digitale, in fase di mastering.

Attualmente le schede audio permettono di registrare ad una risoluzione di 24 bit ed una frequenza di campionamento fino a 192 kHz.

Tuttavia, nella fase di masterizzazione su CD-Audio i file devono necessariamente essere portati ad una risoluzione di 16 bit ed una frequenza di campionamento di 44.1 kHz.

Questa riduzione della risoluzione e della frequenza di campionamento, degrada inevitabilmente la qualità del segnale audio.

Per porre rimedio a questo inevitabile inconveniente ci viene in soccorso l’algoritmo per il dithering audio.

Quando un segnale a 24 bit viene ridotto a 16 bit, gli 8 bit meno significativi del campione a 24 bit vengono eliminati.

Ciò genera una distorsione dovuta proprio al “vuoto” creato dagli 8 bit eliminati.

Qui entra in gioco il dither il quale ha il compito di colmare questo “vuoto”.

Cerchiamo quindi di capire meglio come funziona l’algoritmo di dithering.

Dithering Audio: Come funziona l’algoritmo

L’algoritmo per il dithering audio riesce a colmare il vuoto, dovuto alla conseguente rimozione dei bit, introducendo una certa quantità di rumore bianco.

Quest’ultimo è un particolare rumore presente in tutta la banda delle frequenze udibili.

La quantità di rumore introdotto dal dither ha un livello dinamico molto basso: i valori si aggirano intorno ai -90 dB, quindi impercettibile all’orecchio umano.

Tuttavia tale il rumore, fa sì che i bit meno significativi non vengano troncati brutalmente, riuscendo a confondere l’orecchio.

S’innesca, quindi, un fenomeno psicoacustico per cui il nostro cervello cerca di ricostruire i frammenti audio perduti.

Quando ricorrere al Dither

L’algoritmo di dithering va utilizzato quando si riduce la risoluzione del segnale digitale, come visto poco sopra.

Un’altra circostanza in cui ricorrere al dither si verifica quando applichiamo effetti a un file a 16 bit ma il sequencer o l’editor opera a 24 o 32 bit.

Applicare l’algoritmo di Dithering integrato in Wavelab Elements 9

Wavelab è uno dei software più noti per effettuare il mastering e la finalizzazione di progetti audio.

Nei passi a seguire, vedremo come applicare il dither integrato in WaveLab, prima di esportare il file destinato alla masterizzazione su CD-Audio.

Importiamo il file da elaborare in Wavelab

Importiamo il file da elaborare in Wavelab

Lancia WaveLab e dalla voce Apri, scegli il file audio da elaborare

Impostare i parametri dell’algoritmo di Dithering

Impostare i parametri dell'algoritmo di Dithering

Dithering Audio

Clicca sulla voce Dither e NoiseShaping .

Nel pannello che appare imposta i valori come riportato nel riquadro :

  • Risoluzione in bit: 16 Bits
  • Dither Noise: Type 2
  • Noise Shaping: Type 3

Quindi clicca sulla voce Renderizza .

Applicare il Dither ed esportare il file audio

Applicare il Dither ed esportare il file audio 

A questo punto, apparirà la schermata riportata nell’immagine.

Clicca su Avvia per esportare il file… adesso è pronto per essere masterizzato su CD-Audio.